Rincorrerò il pensiero di te ancora per un giorno
io, bambola di cartapesta tra le tue mani
saprò indossare ogni personaggio
inutilmente continuerò a sorridere
mi muoverò lentamente o vorticosamente
guidata da ogni tuo gesto.

Oggi salgo spontaneamente su un palco che non mi appartiene
sperando che il gobbo continui a suggerirmi
le parole che non posso dirti
sorvegliando, dal centro della scena,
ogni tuo attimo di vita
osservandomi nelle tue abitudini.

Sarò la bambina con i tuoi capelli tra le mani
li accarezzerò quasi fossero i baci mai dati
di questi ultimi vent’anni
trascorsi omettendo le parole dolci e sensuali
che mi suggerì un tempo il vecchio marinaio
che ancora non aveva conosciuto mare
rincorrendo quel pensiero ancora per un giorno.

 

(dalla raccolta L’Ultima Corona di Rose, Posta Terza: L’Amore)

Pin It on Pinterest

Shares
Share This