Adoro il sushi… così ho imparato a farne una versione casalinga degna dell’originale senza impazzire troppo e soprattutto senza attrezzi specifici. Provate e sappiatemi dire!

INGREDIENTI PER 8 MAKI (1 porzione):

-100 g di riso originario;

– 1 filetto di aringa affumicata;

– 1/4 di cetriolo tagliato per il lungo;

– 1 foglio di alga nori;

– 1 tazzina da caffè di aceto di vino bianco;

– 1 cucchiaio di zucchero;

– salsa di soia qb

PREPARAZIONE:

1. Lavate accuratamente il riso e mettetelo a cuocere con 200 ml d’acqua.

2. Quando l’acqua si è riassorbita assaggiate il riso: dovrebbe essere quasi pronto! (Qui dipende un po’ anche dai vostri gusti, se per voi è ancora un po’ indietro aggiungete 1 bicchiere d’acqua e ripetete l’operazione!) A questo punto aggiungete lo zucchero e l’aceto e fate mantecare.

3. Intanto che il riso si fredda fino a raggiungere la temperatura ambiente, augurandovi di non essere vittime di Caligola, Caronte o Chicchessia, tagliate il cetriolo in una striscia che dovrà avere diametro pari a quello del filetto di aringa.

4. Stendete l’alga nori su un tagliere e idealmente ricavatene una cornice di 1 cm di larghezza bagnandola di salsa di soia. A questo punto stendete con cura il riso, che dovrà avere uno spessore di circa 7-8 mm sull’alga. Non stendete il riso nei bordi inferiori e superiori per permetterne la chiusura.

5. Al centro ponete il filetto di aringa e quello di cetriolo e condite con la salsa di soia a piacere.

5. Arrotolate partendo dalla estremità inferiore. Una volta che il vostro rotolino sarà fatto, bagnate ancora di salsa di soia la parte riservata alla chiusura per migliorarne la tenuta. Mettete a raffreddare in frigo almeno per mezzora.

6. Tirate fuori il rotolino e tagliatelo in 8 fette di circa 1,5 cm di spessore. Condite a piacere con la salsa di soia. Mi raccomando, pulite il coltello ad ogni fetta per evitare di rovinare le successive! (L’esperienza insegna :D)

Questa ricetta si può provare sostituendo il ripieno con l’abbinamento salmone e avocado o tonno e carota.

Buon appetito golosoni!

Pin It on Pinterest

Shares
Share This